Mastopessi con protesi
PRENOTA UNA VISITA ONLINE Seguimi su Facebook! Seguimi su Instagram!
Mastopessi con protesi

Mastopessi con protesi

Anestesia:Generale
Durata:2.30 h
Ospedalizzazione:1 giorno
Riposo:1 settimana
Controlli:Ravvicinati nelle prime due settimane, 3-6 mesi, 1 anno
Effetti:Immediati
Prezzo:

€ 6.000

Vantaggi
  • Ripristino sia di forma che di volume del seno
  • Correzione asimmetrie
  • Correzione delle dimensioni e della posizione del complesso areola - capezzolo

 

Cosa è compreso nel prezzo
  • Ricovero
  • Anestesia
  • Intervento
  • Protesi
  • Controlli
Indicazioni

Seno cadente e svuotato

L’intervento

Si svolge in anestesia generale e per questo è necessario effettuare prima dell'intervento un prelievo ematico, un elettrocardiogramma ed una radiografia del torace. Sarà necessario eseguire inoltre una ecografia del seno (dopo i 40 anni l'Rx mammografia). Tutta la procedura ha una durata di circa 2,30 ore.

L'intervento consiste nell'asportazione della cute in eccesso, nel rimodellamento della ghiandola residua, nel posizionamento delle protesi mammarie in genere sottomuscolare e nel riposizionamento del complesso areola capezzolo cadente in una posizione piu' alta, all'apice del cono mammario. A seconda dei casi la cicatrice può essere una sola, attorno all’areola, quando la caduta del seno è piccola e la protesi da inserire non è molto grande. Nei casi più accentuati, alla cicatrice intorno all'areola se ne aggiunge una verticale che scende fino al solco sottomammario. Infine, quando la caduta e lo svuotamento sono importanti a queste cicatrici se ne associa una terza, posizionata nel solco sottomammario. Quest'ultima cicatrice prende il nome di T invertita.

 

Il ritorno a casa

Dopo l'intervento ed un periodo di osservazione in ricovero di circa 4-6 ore è possibile far ritorno a casa. Viene applicata una medicazione toracica che mantiene la posizione delle protesi impiantate e vengono posizionati dei drenaggi, che seppur lievemente fastidiosi, permettono di garantire l'eliminazione di siero e coaguli dall'interno e di preservare quanto piu' possibile le protesi ed eliminare il rischio di complicanze. Medicazione e drenaggi vengono rimossi dopo 24-48 ore e viene posizionato un reggiseno sportivo. Le attività quotidiane possono essere riprese dopo 1 settimana, la guida dell'auto dopo 2 settimane, le attività sportive dopo 4 settimane.

Possibili complicanze

Tra le complicanze di carattere generale ci sono le infezioni, gli ematomi (accumuli di sangue) ed i sieromi (accumuli di siero) che si evitano mediante il posizionamento dei drenaggi e seguendo tutte le prescrizioni post-operatorie. Possono verificarsi ritardi nella cicatrizzazione in pazienti predisposte (diabetiche, forti fumatrici), che necessitano nelle prime settimane di medicazioni seriate. Rarissime ma possibili sono le complicanze a carico dell' areola e del capezzolo, che nella maggioranza dei casi vengono risolte con semplici procedure in anestesia locale.

 

info@marikalangella.it

334 3474736

Marika Langella - miodottore.it